E-book
13.65
drukowana A5
25.35
L’incredibile viaggio di Alaba

Bezpłatny fragment - L’incredibile viaggio di Alaba


Objętość:
54 str.
ISBN:
978-83-8189-069-4
E-book
za 13.65
drukowana A5
za 25.35

CAPITOLO 1

Perché vivo QUI

Mi chiamo Alaba. E vivo QUI.

QUI è un posto bellissimo. È grande, spazioso, caldo e pieno di alberi.

Tutti gli alberi QUI sono alti. Così alti che per vedere le loro cime, ogni volta devo inclinare la mia testa molto forte. A volte così tanto che provo dolore. Ma questo non è un problema. Mi piace guardare le cime degli alberi. Ci sono molte foglie che mi proteggono dal sole. Perché QUI c'è sempre molto sole. Se non fosse per le foglie, il sole mi brucerebbe. Tutto il giorno dovrei stare dentro la roccia nella quale vivo. Per fortuna, posso uscire quando voglio e stare all’aria aperta per tutto il tempo che voglio.

QUI vivo solo io e gli animali. E le palme. Ah … C'è ancora un pozzo. Un grande, profondo pozzo con acqua ben pulita e fresca.

E perché vivo QUI? Perché QUI è sicuro. Tranquillo. È un posto molto bello. Questo è il migliore posto per vivere. Il posto che non si dovrebbe lasciare. Perché dove finiscono gli alberi, c'è molta sabbia. Così tanta che non si può vedere nient’altro. E poi si deve passare molto tempo senza acqua e cibo. Solo per arrivare LÌ.

LÌ ci sono anche delle palme? Ci sono degli animali? C'è un pozzo? Apparentemente, non ci sono pozzi ovunque. Neanche gli alberi. Ecco perché non ho mai deciso di andare LÌ, per semplice ragione che ho tutto QUI.


DOMANDE:

1) Dove abita Alaba?

2) Perché ad Alaba piace guardare le cime degli alberi?

3) Cosa c'è nel pozzo?

4) Alaba può uscire quando vuole?

5) Perché Alaba non ha mai deciso di andare LÌ?

CAPITOLO 2

Il mio cammello

Come ho detto prima, QUI vivono anche gli animali: lucertole, insetti, rospi e cammelli. Il mio cammello preferito si chiama Qavi. È vecchio. Così vecchio che ricorda tutto ciò che è successo QUI. È anche il più saggio di tutti i cammelli. Era l’unico a sapere che cosa c’era LÌ. Dice che la vita LÌ sembra diversa. Non sa se è meglio o peggio. Semplicemente diversa. Apparentemente, il sole non brilla così tanto dappertutto e per mantenerti al caldo, devi coprirti con una coperta. O avere vesiti più pesanti. LÌ ci sono anche molti più alberi che hanno ancora più foglie degli alberi che ci sono QUI. LÌ ci sono anche più animali. Insomma, ci sono molte più cose.

— Il posto deve essere affollato — ho detto. — Dato che c'è così tanto di tutto, probabilmente non c'è posto dove vivere.

— C'è dove vivere — disse Qavi. — È solo un po” diverso da QUI.

— Si può tornare da LÌ? — ho chiesto.

— Certo — disse Qavi. — Ma è molto difficile. Perché quando qualcuno ci arriva, di solito rimane. Si perde in ciò che trova, perché c'è ne di tutto.

„Auch,” pensai. — Deve essere terribile.

— Niente è terribile — disse Qavi. — Se sappiamo come tornare a casa.

Qavi è molto intelligente. È stato LÌ molte volte e ha sempre trovato la strada del ritorno.


DOMANDE:

1) Quali animali vivono QUI?

2) Chi è Qavi?

3) Com'è la vita LÌ?

4) Qual è la differenza tra QUI e LÌ?

5) Perché se qualcuno va LÌ, di solito non ritorna?

CAPITOLO 3

La mandria

Quando arriva la notte, tutti andiamo a dormire. Le formiche tornano nelle loro case di sabbia, le lucertole si nascondono sotto le rocce, gli uccelli dormono sui rami e i rospi tornano al laghetto. Qavi si unisce con la sua mandria, che di solito riposa nella grotta.

Io non ho la mia mandria. Di notte vado in una grande caverna scavata nella roccia e aspetto lì fino al mattino. A volte, all’ingresso della caverna, si riposa Qavi. E poi parliamo a lungo. Di notte, l’aria è fredda, quindi mi copro la testa con uno scialle. Qavi non ha freddo. Dice che i cammelli sono molto forti e che si sentono bene sia quando fa freddo sia quando fa caldo.

„Mi piacerebbe essere un cammello” — ho pensato. „Avrei la mia mandria con cui potrei riposare nella grotta.”

A volte mi sento triste perché QUI non ho la mia mandria. A volte mi chiedo se LÌ sia diverso. Forse LÌ ognuno ha la sua mandria. Oppure nessuno, e tutti vivono separati nella caverna simile alla mia. Durante il giorno sono soli, e di notte dormono nella grotta. Qavi dice che LÌ tutti vivono in una mandria, ma le mandrie non vanno sempre d’accordo. A volte il posto non è tranquillo, per questo è meglio non lasciare la caverna. E in questo caso la migliore cosa è restare QUI.


DOMANDE:

1) Che cosa succede QUI quando arriva la notte?

2) Dove si riposa Qavi a volte?

3) Che cosa fa Alaba quando l’aria è fredda?

4) Perché Alaba vorrebbe essere un cammello?

5) Perché la migliore cosa è restare QUI?

CAPITOLO 4

Primo e secondo QUI

Sempre più spesso mi chiedo come sia la vita LÌ. Faccio molte domande a Qavi e lui mi risponde a tutte. Qavi è molto intelligente. E paziente. Dice che non esiste un posto, come QUI. Apparentemente, LÌ ci sono molti posti che sono diversi l’uno dall’altro. Anche i residenti sono diversi.

— Dev’essere fantastico — ho detto. — Ma anche terribile. Perché, come puoi vivere in un posto dove nulla è uguale?

— È possibile — dice Qavi. — Solo che a volte è un po” più difficile. Perché quando sei nel primo LÌ, devi fare quello che fanno tutti. E quando vai al secondo LÌ, devi fare anche quello che fanno gli altri, ma non è lo stesso che nel primo.

— È molto complicato — ho detto. — Perché tutti non possono fare sempre la stessa cosa?

— Possono — ha detto Qavi — Ma in questo caso uno neanche dovrebbe andare LÌ, ma dovrebbe rimanere QUI.


DOMANDE:

1) Che cosa sta pensando Alaba?

2) Perché la vita LÌ sembra terribile?

3) Che cosa uno deve fare quando si trova nel primo LÌ?

4) Che sosa uno deve fare quando si trova nel secondo LÌ?

5) Che cosa dovrebbero fare tutti quelli che vogliono fare sempre la stessa cosa?

CAPITOLO 5

Vedere di più

Qavi è un cammello molto saggio. Anche a me piacerebbe essere così intelligente come lui. Ma per essere così intelligente, non posso fare sempre le stesse cose. Significa che non posso vivere tutto il tempo QUI.

Qavi dice che per essere saggio, uno deve vedere molto. Invece io QUI ho già visto tutto. Quindi penso che se voglio essere intelligente come Qavi, dovrei vedere di più. Dovrei (anche se per poco tempo) lasciare gli alberi e la sabbia, e vedere cosa c'è LÌ.

Che bello sarebbe se Qavi venisse con me. Ma Qavi è vecchio. Ora sta riposando. Dice che se siamo stanchi di qualcosa, dovremmo riposarci e non preoccuparci di niente per un po”. Per avere più forza dopo.

Ma io non mi sento stanca. Ho molte forze. E ho due occhi che vorrebbero vedere di più. Ecco perché, per la prima volta nella mia vita, ho deciso di lasciare QUI, il mio posto tranquillo e sicuro, e finalmente vedere com'è la vita LÌ.

All’improvviso mi sentii triste.

— Ma quando vedrò tutto — ho detto a Qavi — come potrò tornare QUI?

— È molto semplice — rispose Qavi. — Vai verso il sole.

E mi sono tranquillizata. Perché QUI c'è sempre molto sole.


DOMANDE:

1) Cosa deve fare Alaba per essere intelligente come Qavi?

2) Perché Qavi deve riposare?

3) Alaba si sente stanca?

4) Che cosa ha deciso Alaba?

5) Cosa dovrebbe fare Alaba per tornare a casa?

CAPITOLO 6

In cui inizia il mio viaggio

Il giorno del mio viaggio è arrivato. Il mio primo viaggio verso l’ignoto, ben oltre le palme e oltre le montagne di sabbia. Qavi mi ha accompagnato fino all’ultima roccia, che si trovava QUI e mi ha detto di andare avanti. Con coraggio.

— Se inciampi e cadi, alzati. Se cadi in un buco, esci da esso. Riuscirai a farlo. E se c'è un tempo in cui sarai triste, ricorda che io sono QUI e che ti aspetterò sempre. E quando torni, tutto sarà come prima — spiegò Qavi.

Ed io stavo ascoltando.

Poi l`ho salutato e ho cominciato a camminare. Con coraggio, come fanno i cammelli.

Faceva molto caldo. Questa volta però non potevo nascondermi all’ombra di una palma o in una casa nella roccia. Dovevo continuare il viaggio. Perché per arrivare lontano dobbiamo essere forti. Anche se vogliamo mangiare, bere o dormire. Dobbiamo andare avanti. E quando siamo così stanchi che vogliamo tornare indietro, dobbiamo fermarci un attimo, rilassarci e ricordare perché abbiamo comminciato il viaggio.

La strada era difficile. Lunga e piena di ostacoli. Si devono evitare i buchi, scacciare gli avvoltoi o stare fermi quando i serpenti si avvicinano a noi.

Ancora un po”… Solo un po” e finalmente mi troverò LÌ.


DOMANDE:

1) Cosa dovrebbe fare Alaba quando inciampa e cade?

2) Cosa dovrebbe ricordare Alaba quando è triste?

3) Cosa dobbiamo fare per arrivare lontano?

4) Com'è la strada che porta LÌ?

5) Cosa si deve fare quando i serpenti si avvicinano a noi?

CAPITOLO 7

Il primo LÌ

Sono finalmente arrivata. Ah, se Qavi lo sapesse… Sarebbe felice di sapere che ho fatto tutta questa strada con coraggio. Esattamente come mi ha consigliato. Ho camminato e alla fine sono arrivata a destinazione. Sana e salva.

Un momento … Ma dove sono esattamente?

Vedo molti alberi. Tanti tanti alberi che sono tutti coperti di foglie. Ce ne sono così tanti che non posso contarli. Tra tutti questi alberi scorre un fiume in cui ci sono molti pesci. Altri animali hanno molta ombra e possono nascondersi dal sole dove vogliono.

„È un posto fantastico,” ho pensato.

E sono andata oltre. Trag li alberi ho trovato capanne di legno. Erano le case delle persone. Qavi ha sempre ripetuto che le persone vivono in posti diversi. Oh … Eccoli!

„Strano”, pensai dopo un momento. „Perché le persone non indossano vestiti?”

Tutti camminano completamente nudi. Corrono, saltano, ridono, come me. Ma non hanno nessuna copertura su di loro.

— Perché non vi mettete i vestiti? — ho chiesto.

— Per quale motivo? — mi ha risposto uno di loro.

Non sapevo cosa dire. Perché, in fondo, usiamo i vestiti?

— Per non tagliarci — dissi dopo un momento. — E per non avere freddo di notte.

— Qui fa sempre caldo — disse l’uomo. — E se ci facciamo del male, non succede nulla. Non abbiamo bisogno di vestiti. Ci danno solo fastidio. Soprattutto quando cacciamo e ci arrampichiamo sugli alberi.

„È vero,” pensai e guardai i miei vestiti.

L’uomo della capanna aveva ragione, ma volevo comunque tenere i miei vestiti.

Ho lasciato il primo LÌ e sono andata avanti.


DOMANDE:

1) Cosa vede Alaba nel primo LÌ?

2) Perché Alaba non può contare gli alberi?

3) Dove vivono le persone?

4) Perché le persone del primo LÌ non indossano vestiti?

5) Cosa fece Alaba quando lasciò il primo LÌ?

CAPITOLO 8

Secondo LÌ

La strada per il secondo LÌ era piuttosto lunga, ma molto più breve di quella che ho percorso per raggiungere il primo LÌ.

Dopo aver lasciato il primo LÌ, per tutto il tempo mi chiedevo se tutta la gente camminava senza vestiti e se, per caso, ero solo io coperta.

Ma quando sono arrivata al secondo LÌ, ho capito che il mondo è un po ' più complicato di quanto pensassi.

Mi alzo e guardo. E cosa vedo?

Przeczytałeś bezpłatny fragment.
Kup książkę, aby przeczytać do końca.
E-book
za 13.65
drukowana A5
za 25.35